Grand Prix di Padova, la Arrows vince ancora

Grand Prix di Padova, la Arrows vince ancora

La Arrows DKT vince il Grand Prix di Padova! La Copersucar ritrova il podio, la Scuderia Italia è terza. La Cronaca della gara!

Il Campionato potrebbe aver trovato la sua strada. E questa strada pare proprio dire Arrows DKT. Il Grand Prix di Padova, tenutosi ieri, sabato 13 aprile 2024, ha visto vincere squadra di Bergamaschi, Cappelletti, Durante e Lanzillo, autrice di una gara autorevole e completa sotto ogni punto di vista. Dietro di loro la Copersucar, che ha ritrovato la strada dei primi posti dopo la defaillance di Torino. Tra i team di casa, attesi dalla mchiamata al suolo natio, a spiccare è la Scuderia Italia, terza. 

Ma sono tanti gli argomenti di discussione sortiti dall’evento patavino, gia anche prima della gara. Andrea Ferrarese viene squalificato dalle Prequalifiche per aver provato fuori dalla sessione di Free Track, mentre durante il briefing si è osservato un minuto di silenzio per ricordare Wilson Fittipaldi e Ted Toleman, recentemente scomparsi.

 

Prequalifiche e Qualifiche, il giallo del cronometraggio

Già dalle Prequalifiche la gara si preannunciava calda, con Andrea Moda, Coloni, Copersucar e Super Aguri in grandissima difficoltà di adattamento al Kart loro assegnato. Volano invece Eurobrun, Arrows e soprattutto i ragazzi della Scuderia Italia, per lungo tempo in testa alla sessione. Verso gli ultimi 5 minuti, la Copersucar decide di usufruire dell’Allegato 5 del Regolamento (Guasti Tecnici) adducendo problemi di motore al mezzo, in seguito confermati dal gestore. Questo permette loro di cambiare il Kart e ritornare così tra i primi 8. Rimangono tagliati fuori tutti dalla Caterham in giù. Esclusi eccellenti Coloni, Super Aguri DMS e Andrea Moda.

La Q1 vede presenti in pista, per gli 8 minuti, una sfida dai tempi più larghi del previsto e, sopratutto, con un giallo destinato a far discutere. La Eurobrun cambia pilota all’ultimo minuto della sessione, con Saurin pronto a eseguire l’ultimo tentativo in luogo di Vitiello. Tuttavia, termina il tempo e il tentativo viene invalidato: la rabbia della Eurobrun è molta, con Saurin furioso per essersi sentito derubato di un 1:04.1 che avrebbe messo gli arancioni tra i primi quattro senza alcun dubbio.

Nell’ultima intensa sessione, la Q2, che decide le prime 4 posizioni, a spuntarla è la Copersucar, con Andrea Arangio Febbo che conquista il Premio Piè Veloce con un 1:04.024, non migliore del loro tempo compiuto nella Q1 ma sufficiente per mettersi dietro Scuderia Italia, Fondmetal e Arrows.

Grand Prix di Padova, la gara

I 100 giri di Gara partono con un cambiamento importante. Per problemi di capienza dell’impianto, la partenza avviene sotto Safety Kart, che impegna il circuito per tre lunghi giri. All’allungo è la Copersucar a cercare di prendere spazio, con le posizioni che rimangono invariate. Verso i primi giri c’è inoltre un incidente che coinvolge Simtek, HRT e Forti Corse: a causarlo sono gli spagnoli, con Cappelli che restituisce in modo imprudente il sorpasso a Renzi. Ma il dramma principale è quello che subisce la Fondmetal, che deve sopportare una foratura al settimo giro di gara. Questo decreterà una sosta tecnica che decide di fatto la gara del team di Rumi, costretto a fare 6 soste per via del guasto tecnico ricevuto.

Il canovaccio della gara però trova definizione giro dopo giro. Arrows e Coperuscar diventano ben presto le due scuderie più veloci in pista e si marcano vicinissime, tanto da seguirsi sia letteralmente, in gara, che figurativamente, con la strategia di una che cambia in base all’altra. Il momento di picco di questa sfida si ha verso il 60esimo giro, quando alla bagarre si aggiunge la Eurobrun di Saurin, che con un Kart di difficile lettura riesce a tenersi dietro il duo. Tuttavia, Cappelletti (ARR) riuscirà poi a spuntarla, prima di cedere il Kart a Lanzillo.

Immediatamente dietro la lotta di testa, bellissima quanto imprudente la sfida tra Prost-Ata e Scuderia Italia, con uno scambio di stoccate tra Ratini (PRO) e Tomba (SIT) che ne escono con 5″ di penalità a testa. Rimonta bene la Super Aguri, mentre non trova invece soluzione la gara della Coloni che, da favorita passa a essere comprimaria per problemi di adattabilità ai mezzi.

Verso la fine gara è furiosa la rimonta di Zabeo (FON), che porta la scuderia di Palosco al primo posto all’altezza del 90esimo giro ed una strategia che prevede una sosta tardiva, in pieno stile Schumacher Silverstone ’98. La strategia di Tiziano Suppa paga, ma non abbastanza per il podio.

 

 

Arrows, scacco matto!

A vincere sarà la Arrows, davanti a Copersucar e Scuderia Italia. Quinta la Eurobrun, sesta la Prost, settima, ma non soddisfatta la Super Aguri, che da la colpa alle difficoltà della qualifica. Ottava consistente la Toleman, mentre Coloni e HRT si invertono rispetto alla classifica finale, a causa della penalità data agli spagnoli.

Ad aprire la schiera degli zero punti è la Hesketh, che pareva poter ripristinare il suo fato, salvo poi incappare in un cambio Kart infelice. Chiudono la classifica Andrea Moda e Simtek, mai in gara per risultati di rilievo, Caterham, con un ritmo sempre lontano dai migliori, Forti Corse, in grande difficoltà anche per una certa stanchezza, e la Spirit. Tra i premi collaterali, il Giro più Veloce va alla Arrows (Simone Bergamaschi), con 1:03.217, mentre il punto supplementare per il premio creatività lo strappa, su decisione dei subs della F1 Dimenticata, la Prost.

Il Grand Prix di Padova va in archivio con le parole di Valerio. “Non abbiamo ancora ucciso il Campionato, la strada è ancora lunga. Oggi è stata la nostra vittoria più sofferta, la più goduta”.

CLASSIFICA DELLA GARA

Per maggiori info, aprite questa pagina da PC!

P.

N.

SCUDERIA E COMPONENTI

GIRI

TEMPO

GAP

INT

GPV

IMPR.

1

11

ARROWS

Bergamaschi - Cappelletti - Durante - Lanzillo

100

NP

-

-

1:03.217

3

2

10

copersucar

Ammirati - Arangio Febbo - Bona - Fittipaldi

100

NP

18.398

18.398

1:03.577

1

3

15

SCUDERIA ITALIA

+ 5" PENALITà

Cecchin - Tomba - Zaranotello

100

NP

53.082

29.684

1:03.905

1

4

8

fondmetal

Ri. Auteri - Ro. Auteri - Zabeo

100

NP

53.298

0.217

1:03.902

1

5

1

eurobrun

Saurin - Scovenna - Vitiello

99

NP

1 giro

-

1:04.187

0

6

9

prost gp

+ 5" PENALITà

PREMIO CREATIVITA'

Falasca - Laurito - Maggio - Ratini

99

NP

1 giro

24.881

1:04.488

1

7

16

super aguri

Bertaia - Bergomi - Curti

98

NP

2 giri

-

1:04.974

4

8

3

toleman

+ 5" PENALITà

Fissolo - Pontello - Rosa - Scarlata

98

NP

2 giri

32.049

1:05.376

0

9

7

coloni

Bernanrdo - G. Carbognin - L. Carbognin - Micheletto

97

NP

3 giri

-

1:04.473

1

10

14

hrt

+ 10" PENALITà

Cappelli - Donatelli - Esposito - Ferrarese

97

NP

3 giri

6.041

1:04.579

3

11

12

hesketh

Michelozzi - Riente D. - Villella

97

NP

3 GIRI

2.209

1:04.759

4

12

6

ANDREA MODA

Bianchi - Corna - Fauceglia - Fasani

97

NP

3 GIRI

1.026

1:04.328

0

13

14

simtek

Cresti - Olivero - Renzi - Signorini

96

NP

4 giri

-

1:05.784

1

14

5

caterham

Budyta - Crescenti - M. Paoli - R. Paoli

95

NP

5 giri

-

1:05.152

5

15

4

forti corse

Facchinello - Martufi - Massa - Visentin

95

NP

5 GIRI

19.854

1:05.490

0

16

2

SPIRIT

Baraldini - Carra - Giovannini

95

NP

5 GIRI

26.605

1:06.376

0

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

ULTIMI ARTICOLI

PREQUALIFICHE

QUALIFICATI IN Q1

POS.

SCUDERIA

TEMPO

DIST.

1

copersucar

1:03:872

MIGLIOR TEMPO

2

EUROBRUN

1:04.128

+ 0.314

+ 0.314

3

ARROWS

1:04.666

+ 0.794

+ 0.480

4

FONDMETAL

1:04.701

+ 0.829

+ 0.035

5

SCUDERIA ITALIA

1:04.936

+ 1.064

+ 0.235

6

PROST GP

1:05.170

+ 1.298

+ 0.234

7

TOLEMAN

1:05.574

+ 1.702

+ 0.404

8

HESKETH

1:05.603

+ 1.731

+ 0.029

ESCLUSI

9

CATERHAM

1:05.707

+ 1.835

+ 0.104

10

COLONI

1:05.767

+ 1.895

+ 0.060

11

SUPER AGURI

1:05.888

+ 2.016

+ 0.221

12

ANDREA MODA

1:06.227

+ 2.355

+ 0.473

13

HRT

1:06.700

+ 2.828

+ 0.507

14

SIMTEK

1:06.734

+ 2.862

+ 0.034

15

FORTI CORSE

1:07.225

+ 3.353

+ 0.491

16

SPIRIT

1:07.651

+ 3.779

+ 0.426

QUALIFICHE 1

POS.

SCUDERIA

TEMPO

DIST.

1

COPERSUCAR

1:03.580

MIGLIOR TEMPO

2

SCUDERIA ITALIA

1:04.347

+ 0.767

+ 0.767

3

ARROWS

1:04.616

+ 1.036

+ 0.236

4

FONDMETAL

1:04.673

+ 1.093

+ 0.087

5

PROST

1:04.866

+ 1.288

+ 0.195

6

EUROBRUN

1:04.919

+ 1.339

+ 0.051

7

HESKETH

1:05.219

+ 1.639

+ 0.300

8

TOLEMAN

1:05.276

+ 1.696

+ 0.057

QUALIFICHE 2

POS.

SCUDERIA

TEMPO

DIST.

1

COPERSUCAR

1:04.024

PIE VELOCE

2

SCUDERIA ITALIA

1:04.549

+ 0.525

+ 0.525

3

FONDMETAL

1:04.649

+ 0.652

+ 0.127

4

ARROWS

1:05.021

+ 0.997

+ 0.345

CLASSIFICA DELLA GARA

Per maggiori info, aprite questa pagina da PC!

P.

N.

SCUDERIA E COMPONENTI

GIRI

TEMPO

GAP

INT

GPV

IMPR.

1

11

ARROWS

Bergamaschi - Cappelletti - Durante - Lanzillo

100

NP

-

-

1:03.217

3

2

10

copersucar

Ammirati - Arangio Febbo - Bona - Fittipaldi

100

NP

18.398

18.398

1:03.577

1

3

15

SCUDERIA ITALIA

+ 5" PENALITà

Cecchin - Tomba - Zaranotello

100

NP

53.082

29.684

1:03.905

1

4

8

fondmetal

Ri. Auteri - Ro. Auteri - Zabeo

100

NP

53.298

0.217

1:03.902

1

5

1

eurobrun

Saurin - Scovenna - Vitiello

99

NP

1 giro

-

1:04.187

0

6

9

prost gp

+ 5" PENALITà

PREMIO CREATIVITA'

Falasca - Laurito - Maggio - Ratini

99

NP

1 giro

24.881

1:04.488

1

7

16

super aguri

Bertaia - Bergomi - Curti

98

NP

2 giri

-

1:04.974

4

8

3

toleman

+ 5" PENALITà

Fissolo - Pontello - Rosa - Scarlata

98

NP

2 giri

32.049

1:05.376

0

9

7

coloni

Bernanrdo - G. Carbognin - L. Carbognin - Micheletto

97

NP

3 giri

-

1:04.473

1

10

14

hrt

+ 10" PENALITà

Cappelli - Donatelli - Esposito - Ferrarese

97

NP

3 giri

6.041

1:04.579

3

11

12

hesketh

Michelozzi - Riente D. - Villella

97

NP

3 GIRI

2.209

1:04.759

4

12

6

ANDREA MODA

Bianchi - Corna - Fauceglia - Fasani

97

NP

3 GIRI

1.026

1:04.328

0

13

14

simtek

Cresti - Olivero - Renzi - Signorini

96

NP

4 giri

-

1:05.784

1

14

5

caterham

Budyta - Crescenti - M. Paoli - R. Paoli

95

NP

5 giri

-

1:05.152

5

15

4

forti corse

Facchinello - Martufi - Massa - Visentin

95

NP

5 GIRI

19.854

1:05.490

0

16

2

SPIRIT

Baraldini - Carra - Giovannini

95

NP

5 GIRI

26.605

1:06.376

0